Il Disturbo ossessivo-compulsivo nella clinica

 

Oltre alla ricerca della perfezione attraverso la realizzazione di compiti mai portati a termine, questo disturbo è caratterizzato anche dalla presenza di rituali che la persona deve ripetere diverse volte al giorno, per un periodo di tempo prolungato. La persona cioè ha un pensiero fisso (ossia un’ossessione) che deve tradurre il prima possibile in un comportamento rituale (la compulsione). Questo comportamento può essere vissuto come strano ed anomalo dalla persona, che al tempo stesso però sente di dover fare quell’azione, come se questa azione realizzando il pensiero possa come per magia annullare un’ansia iniziale legata all’ossessione. Questi rituali cioè possono calmare uno stato di ansia della persona, almeno nel momento in cui avvengono.
Questi rituali però possono arrivare a portare via molto tempo, finendo con l’influenzare la vita quotidiana della persona e degli altri a lui vicini. In tal senso essi possono essere disturbanti e richiedere quindi un periodo di trattamento. Buona parte dei rituali sembrano essere incentrati intorno ai temi della contaminazione e della pulizia, oppure la simmetria e la ripetizione, o il conservare oggetti, come se dietro tutto ciò vi sia il tentativo di controllare un mondo caotico e non prevedibile.
Vi sono quindi più livelli ed accezioni di “ossessività”: se Leonardo presentava un carattere a tratti ossessivo, che comunque non gli impediva di esprimere il suo genio e realizzare i suoi tanti progetti, in altri casi invece si assiste ad un disturbo strutturato con ossessioni e compulsioni precise. Anche in questo caso quindi osserviamo come una caratteristica psicologica della personalità non sia patologica in sé, ma lo diventi quando questa caratteristica è troppo rigida, blocca le altre funzioni vitali e porta la persona a soffrire o a rendere problematica la propria interazione con il Mondo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...