Psico-sociologia dell’Adolescenza

Per adolescenza intendiamo una fase intermedia nell’Arco di vita, dove vi sono un insieme di cambiamenti fisici e mentali che permettono al pre-adolescente di crescere e diventare adulto, accedendo così alla possibilità di sviluppare in maniera compiuta il proprio progetto di vita. Se fino a qualche decennio fa i suoi limiti potevano essere circoscritti pressappoco agli anni coincidenti con le scuole superiore, attualmente si pensa che l’adolescenza possa durare molto di più, arrivando in alcuni casi anche oltre i 30 anni. Alla base della dilatazione di questa fase ci sarebbero anche delle importanti trasformazioni sociali, economiche e concrete della nostra epoca, individuate per la prima volta da Erickson, negli anni 70′. Fino a diversi decenni fa infatti si notava che con l’arrivo dei 20 anni molti ragazzi avevano già trovato il loro lavoro, finito il processo di formazione prima di lavorare ed instaurato legami affettivi, ritenuti molte volte i definitivi, cosa che portava alla formazione di nuclei familiari. Negli ultimi 20-30 anni però la presenza di diversi elementi sembra aver cambiato questo schema.
Il nuovo mercato del lavoro, maggiormente basato sui contratti precari, a scapito dei posti indeterminati, con una maggiore difficoltà di assorbimento della forza-lavoro delle ultime generazioni, sembrano aver posticipato in diversi casi l’entrata fissa dei giovani nel mondo del lavoro, dilatando la fase di indeterminatezza ed incertezza giovanile precedente all’impiego, caratteristiche queste che si ritrovano anche nello scenario dell’adolescenza, dove l’indeterminatezza di un progetto di vita (che deve essere ancora delineato) va creare un periodo di sospensione, dove vi sono la ricerca e l’indagine personale. Da molti l’adolescenza infatti viene pensata come un limbo sospeso fra l’infanzia e la vita degli adulti.
Il periodo dell’adolescenza quindi sembra esser uscito rafforzato dal vissuto di incertezza dei giovani odierni, l’adolescenza infatti è anche il periodo delle grandi domande: “cosa ne sarà di me?….riuscirò a realizzarmi? Cosa voglio fare della mia vita, chi voglio diventare?”. Inoltre in molti casi la posticipazione dell’entrata nel Mondo del lavoro è stata compensata da un prolungamento dell’età scolare e formativa, attraverso le creazione di un sistema di università, master, corsi di formazione capaci di fornire un apporto educativo specializzato e di massa (soprattutto se si fa il paragone rispetto a 50-60 anni prima). I giovani di oggi insomma sembrano avere più chance di posticipare l’ingresso nell’età adulta, anche attraverso una sosta più lunga nel periodo della formazione, anche se è chiaro che questa non è la parabola seguita da tutti i nostri adolescenti. Questa sosta permette di prendere tempo rispetto al momento delle “decisioni”, l’età adulta può essere intesa come la fase compiuta di stabilizzazione e sviluppo individuale che segue a tali decisioni, e dove si ha la possibilità di realizzare il proprio progetto di vita.
Oltre a questi 2 di carattere generale e economico-sociale, ulteriori motivi che possono spiegare la forza e l’importanza dell’adolescenza contemporanea risiedono su alcuni “valori ed ideali” sociali della nostra epoca, che al tempo stesso rivestono un’importanza centrale nel periodo adolescenziale.
Secondo Guy Debord, come sostenuto nel suo più celebre libro “la Società dello Spettacolo” del 1967, il mondo contemporaneo da molta importanza al valore dello spettacolo e della messa in mostra, e questo perché con la seconda rivoluzione industriale la nostra società ha sviluppato dei sistemi mass-mediatici molto complessi ed importanti. Sembra che rispetto al passato le persone diano più importanza al mostrare la propria vita sul web o gli altri sistemi di comunicazione tecnologica. Il proprio benessere a volte sembra essere legato anche alla maniera in cui presentiamo al Mondo la nostra vita, i propri gusti e stile. Se questa componente di esposizione mediatica e presentazione al Mondo coinvolge ormai quasi tutte le fasce di età, bisogna comunque sottolineare come anche nell’adolescenza sia importante mostrarsi ed esibirsi, presentare il proprio corpo ed i propri desideri al Mondo degli adulti. L’adolescente a volte risponde alla propria incertezza presentandosi al Mondo con forza e sicurezza, in tal senso il riconoscimento del proprio valore da parte degli altri può essere considerato una maniera che i ragazzi hanno per confermare le proprie doti, acquisire sicurezza di sé e dei propri mezzi, con l’obbiettivo finale di costruire e fortificare una nuova identità individuale.
Un altro valore adolescenziale che sembra esser stato adottato dalla società contemporanea è anche l’attenzione data al corpo e la sessualità.
Queste sono solo alcune delle connessione fra l’adolescenza ed il Mondo contemporaneo, ma già possono farci intuire come attualmente l’adolescenza rivesta un’importanza sociale più grande rispetto al passato. adolescenza o depressione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...